Morto Cohen, mondo dei fan in lutto: ricordi sui social, colonna sonora per generazioni

La morte di Leonard Cohen, oggi a 82 anni, ha sconvolto tutti: dal mondo dello spettacolo e della politica, alla gente comune. Il poeta di “Like a Bird on the Wire” ha fatto da colonna sonora alla malinconia e le speranze di generazioni: “C’è un tripudio di luce in ogni parola, non importa quali abbiate ascoltato, quelle sante o quelle spezzate”, ha twittato il premier canadese Justin Trudeau citando “Halleluja” la canzone forse piu’ famosa di Cohen. Molti i tributi, da Nick Cave, a Mark Knoplfer, a Slash. Per Elton John “se ne e’ andato un gigante. Insostituibile”. E poi Justin Timberlake, Russell Crowe, Ron Howard e tanti altri. Joan Baez ha ricordato il primo incontro nel 1961 al Chelsea Hotel, “tra fumo di canne e vomito nella cabina del telefono, io ero nuova a tutto questo”. In Italia “sara’ dura la tua assenza”, ha scritto Venditti, mentre il premier Renzi ha ricordato la sua poesia. Persino l’Osservatore Romano, ha reso omaggio al cantautore poeta di origine ebraica ordinato monaco zen.

(ANSA)

Rispondi