Aversa. Polemica ‘Guercino’, Felicori: “Sono solo a disposizione per raccogliere fondi”

Le paure della cittadinanza aversana, suscitate dalle dichiarazioni rilasciate dal Direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori all’Agenzia ANSA, grazie a Radio Aversa sono state del tutto ridimensionate. Intervistato dai redattori di Radio Aversa, Felicori ha precisato che le sue erano parole dettate dalla voglia di aiutare a raccogliere i fondi necessari per il restauro del dipinto del Guercino, recentemente “scoperto” all’interno della Chiesa di San Francesco.

Il Direttore della Reggia ha precisato che l’importo da raccogliere è ancora da definire e che lui è la Reggia di Caserta sono a disposizione per qualsiasi iniziativa che gli aversani vogliano intraprendere per portare all’antico splendore il Guercino “ritrovato”. In collegamento telefonico il Sindaco di Aversa Arch. Enrico De Cristofaro ha confermato il pieno e incondizionato appoggio della sua amministrazione a chiunque voglia favorire il restauro della pala e dell’intenzione di finanziarne parte o interamente l’importo occorrente. L’importo a detta del critico d’arte prof. Vittorio Sgarbi, intervenuto in diretta, è quantificabile in circa ventimila euro. Una cifra che, se anche non si trovasse un finanziatore, il Parroco della Chiesa don Pasqualino De Cristofaro è disposto a mettere a disposizione lui stesso. Comunque l’importante è sottolineare come le iniziali paure fossero eccessive. Il quadro è in Aversa è in Aversa deve restare. Come ha dichiarato il collega Stefano Montone, sempre in diretta, gli aversani non sono più disattenti come nel passato e le opere d’arte aversane sono e saranno sempre tenute “sotto osservazione”.

Giuseppe Cristiano

 

Rispondi