Aversa. Morte Antimo Castaldo, il ricordo di Rachele Arena

“Un ricordo di Antimo? Era un ottimo avvocato, uno dei migliori civilisti di Aversa, stimato da tutti”. Lo ricorda così la sua cara amica Rachele Arena che continua nonostante l’emozione dicendo: “era un appassionato di politica, ma di quella politica a servizio dei cittadini, non degli interessi di parte. Era un cittadino che amava la sua città e proprio spinto dal suo senso civico e dalla sua passione politica fondò l’Associazione Democrazia & Territorio avviando insieme agli altri soci fondatori dell’Associazione un programma di interventi che sarebbero stati utili per la città; era un amico leale e rispettoso sempre delle idee, anche quando erano diverse dalle proprie; era un padre e un marito affettuoso e presente nella sua famiglia. Aversa non gli ha mai dato l’opportunità di realizzare quella città vivibile che era descritta nel programma di Democrazia & Territorio del 2012. A volte si è ciechi, sordi e insensibili e si chiudono le porte a chi potrebbe fare davvero qualcosa per il bene comune. Io Antimo l’ho conosciuto come collega avvocato, come politico e cittadino essendo componente e Vice Presidente di Democrazia & Territorio, come amico fraterno sempre attento e presente e penso che Aversa abbia avuto una grave perdita. Spero che il Sindaco e tutta l’Amministrazione Comunale, gli Aversani e tutti coloro che lo hanno conosciuto davvero possano ora, insieme a noi di Democrazia & Territorio, dare concretezza a quel programma con la dovuta attualità. Antimo rivivrebbe nella sua città vivibile”. La salma di trova tutt’ora presso il dipartimento di Medicina Legale di Caserta dove è stato trasportato dopo il tragico avvenimento di ieri sera.

Anzia Cardillo

Rispondi