Aversa. ‘Bed and Breakfast’, Raffaele Letizia racconta il doppio volto di un territorio

Raffaele Letizia, docente e regista aversano, ha deciso di raccontare al grande pubblico con le sue opere cinematografiche le differenti sfaccettature di un territorio complesso, come quello ormai amaramente etichettato “Terra dei Fuochi”. Una passione diventata lavoro, un sogno diventato realtà, quello del regista aversano che, dopo anni di studi presso la scuola del cinema di Napoli, ed una specializzazione in regia e in montaggio, si è dedicato completamente alla sua terra di origine.

La voglia di esporre la verità, senza fingere di non vedere le attività della criminalità, connesse il larga parte alla gestione dei rifiuti, e il bisogno di portare alla luce la bellezza di un territorio massacrato doppiamente anche dalle speculazioni mediatiche, lo hanno condotto alla produzione di un lavoro eterogeneo.

Il primo film “Terra Infelix”, realizzato congiuntamente al regista Maurizio Giordano, affronta il problema della malavita organizzata, dell’illecita gestione dei rifiuti e delle ripercussioni sulla salute. Tre storie parallele, tre vite accomunate da un tremendo fil rouge che si staccano da questi luoghi per raccontare una situazione che coinvolge realtà anche molto lontane dalla “Terra dei Fuochi”, ma stranamente meno attenzionate.

Un film presentato anche al Festival del Cinema di Matera, e divenuto in quell’occasione motivo di dibattito su come affrontare il problema dello smaltimento dei rifiuti nel nostro paese.

Il lavoro di Raffaele Letizia però non si è fermato qui, ed il regista ha avviato contemporaneamente una web serie ambientata nell’Aversano. Si tratta di una sitcom di grande successo, per il momento presentata sul web, dal titolo ” Bed and Breakfast”.

Questo progetto cinematografico ha l’obiettivo di far conoscere le bellezze, i prodotti e le tipicità di un’area che ha tanto da offrire dal punto di vista storico, culturale ed emozionale, ma che troppo spesso viene oscurata in favore di una più redditizia “vendita della morte”. Racconti ironici, accompagnati da ambientazioni storiche, piatti tipici, illustrazioni di ricette tradizionali svelate tra un enigma ed un altro con l’ironia che contraddistingue la gente del luogo.

Un lavoro cinematografico, che ha visto il regista, cimentarsi anche nei ruoli di sceneggiatore, montatore e attore. Con lui hanno partecipato nel primo episodio numerosi attori di teatro e tanti altri aspiranti selezionati direttamente sul posto.

Nel primo episodio dal titolo “Bed and Breakfast a Villa Maria” hanno preso parte gli attori aversani: Maurizio della Volpe, Claudia Gentile, Flavia Cannavale, Enzo Fioriello, Elpidio Del Prete, Agostino Schiavone, Elvira Calabrese, Laura Muratori, Debora Cerullo, Mia Pezzulli, Salvatore De Chiara, Vittoria di Caterino, e le attrici napoletane Francesca Liguori e Ilaria Sorrentino. Quest’ultima, vera promessa del cinema ha vinto molti concorsi di bellezza nazionali ed internazionali, nel 2015 infatti, si è aggiudicata il titolo di “Ragazza Cinema OK” , arrivando nello stesso anno quarta su 150 partecipanti, al concorso internazionale “Miss Million Dollar” in South Africa.

Alcuni di questi attori sono stati ingaggiati anche nel secondo episodio dal titolo “Bed and Breakfast a Casa Cascella”. La seconda puntata della serie sarà ambientata in un palazzo storico di Aversa di proprietà della famiglia Cascella, le cui riprese verranno avviate in primavera e la cui presentazione al pubblico avverrà entro il 2017.

Rispondi