Anche Radio Aversa al sit-in dei giornalisti aversani a difesa della libertà di stampa

Ad Aversa, in piazza Principe Amedeo, lato villa comunale, oggi mercoledì 3 maggio, alle ore 15.30, in occasione della XXIV Giornata mondiale della libertà di stampa e nell’ambito delle manifestazioni promosse dalla Federazione nazionale della Stampa italiana, si è tenuto un sit-in dei giornalisti aversani.


L’iniziativa organizzata dal Sindacato unitario dei giornalisti della Campania con l’Ordine dei giornalisti della Campania e Articolo21, si prefiggeva l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza su quella che è, ormai, una vera e propria emergenza del territorio aversano. Negli ultimi tempi il numero di giornalisti che sono diventati bersaglio facile di imbecilli, violenti e camorristi, oltre che vittime delle cosiddette “querele temerarie”, è aumentato in maniera esponenziale. Dopo l’ultima aggressione avvenuta ad Aversa era giunta l’ora di prendere una posizione netta e inequivocabile a favore della libertà di stampa.
Non è consentibile che chi fa il proprio dovere di informare i cittadini su quanto accade di essere minacciato, aggredito e denigrato. Occorreva un segnale forte e oggi il segnale è arrivato.
Alle 15.30 una sorta di “scorta mediatica” ha fatto sentire la sua vicinanza ai giornalisti minacciati: Marilena Natale, Stefano Montone e i de Angelis. Presenti tantissimi giornalisti, a partire dai due decani Geppino de Angelis e Vito Faenza. Presente anche Radio Aversa con Anzia Cardillo e il Direttore di Stampa nazionale Giuseppe Cristiano. Assordante l’assenza dei politici. Presenti solo due rappresentanti dell’opposizione Paolo Santulli e Alfonso Golia e il solo Michele Galluccio in rappresentanza del centrodestra. La fugace apparizione, per pochi frettolosi minuti, di qualche altro politico locale e la totale assenza dei principali protagonisti dell’amministrazione comunale hanno chiarito a tutti, qualora ce ne fosse ancora bisogno, quale sia il livello di attenzione e preoccupazione per la libertà d’informazione nella nostra città da parte della cosiddetta “Casta”. Tra i tanti giornalisti presenti anche Nicola Baldieri, il Direttore di NSB Lettieri, Nicola De Chiara, il Direttore di OC Sagliocco, Raffaele Sardo, Salvatore de Chiara e Antonio Arduino. In chiusura di articolo un’annotazione di colore: dopo un velocissimo passaggio di un auto dei Carabinieri, si è notata anche l’assenza dei Vigili Urbani e della Polizia di Stato. Gli unici uomini in divisa presenti erano quelli della Protezione civile e le Guardie Zoofile.

Rispondi